Feb 09 2011

Carta Bancomat Agevola della Banca Popolare Puglia e Basilicata

Pubblicato da alle 13:40 in Carte di Credito

Una innovativa carta Bancomat e Pagobancomat proposta dalla Banca Popolare di Puglia e Basilicata con tecnologia a microcircuito e, quindi, con maggiore sicurezza rispetto alle carte a banda magnetica è la Carta Agevola, con cui il titolare può effettuale i prelievi dagli Atm in Italia, ma anche dall’estero recandosi presso gli Atm che aderiscono al circuito EC/Cirrus.

Con lo strumento di pagamento, oltre ai prelievi si possono fare anche i pagamenti a mezzo POS sia in Italia, sia all’estero unitamente al pagamento dei pedaggi autostradali.

In caso di smarrimento il titolare, chiamando un apposito numero verde, può chiedere tempestivamente il blocco della Carta Agevola; una volta bloccata la carta, si può presentare la denuncia di smarrimento all’Autorità di Polizia o all’Autorità Giudiziaria.

Per la Carta Agevola il titolare deve osservare tutte le buone regole legate all’uso di una carta Bancomat, ragion per cui, innanzitutto, il codice PIN deve essere sempre conservato separatamente alla carta di debito. 

La Banca Popolare di Puglia e Basilicata, sul sito Internet ricorda come sia buona norma conservare, nell’ambito dell’utilizzo della Carta Bancomat Agevola, tutti gli scontrini emessi a seguito di pagamenti a mezzo POS e prelievi Atm; questo affinché poi, nel momento in cui si acquisisce l’estratto conto mensile, il cliente possa andare a verificare tutte le spese e tutti i movimenti effettuati.

Gli unici costi legati all’utilizzo della Carta Bancomat Agevola della Banca Popolare di Puglia e Basilicata sono quelli relativi alla commissione annua di servizio ed alle commissioni di prelievo se questo viene effettuato presso sportelli Atm di altri istituti di credito.

Con queso strumento è gratis il pagamento del pedaggio autostradale a fronte di un importo massimo di 100 euro per ogni singolo pedaggio pagato.

Per queste ed altre informazioni è utile consultare il sito di Banca Popolare di Puglia e Basilicata.

No Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.